Lauda e Wolff: ”Serve una reazione, la Ferrari è la più forte”

In Mercedes non hanno digerito la batosta del Canada e si vuole una rivincita immediata in Francia

Il dominio di Sebastian Vettel e della SF71-H a Montreal è stata una doccia fredda per i campioni del mondo. Su una pista che sulla carta doveva vedere un dominio d’argento, si è rivelata invece la grande forza della rossa 2018 che appare ora come la macchina nettamente da battere.

Sull’argomento sono tornati Niki Lauda e Toto Wolff, gli uomini al ponte di comando nel team tedesco. Ai microfoni di Sky Sports Toto è apparso attonito per ciò che ha visto in Canada ed ha così dichiarato: ”Arrivavamo in Canada con la consapevolezza di avere una macchina forte su questo tipo di tracciato ( 3 vittorie negli ultimi 3 anni, ndr), e invece torniamo a casa rendendoci conto che è la Ferrari ad avere il pacchetto migliore sia in qualifica che in gara. Ci saranno sicuramente dei cambiamenti per tornare al vertice, ma dovremmo parlarne in questi giorni tra di noi”.

Non da meno è stato Niki Lauda. Di certo neanche il 3 volte campione del mondo austriaco si aspettava una bastonata del genere su questo circuito a medio-basso carico aerodinamico, da sempre terra di conquista della Mercedes. ”Serve chiaramente un miglioramento dal punto di vista tecnico” ha dichiarato Niki. ”Pare proprio che Ferrari e Renault ci abbiano superato sui nostri punti di forza. La Rossa aveva il miglior motore e con il miglior consumo di carburante ( punto debole della SF71-H nelle prime gare). Non è facile fare pronostici sulla Francia e tutti i top team sono molto vicini tra di loro. Solo lì sapremo dove siamo, ma senza dubbio il nuovo motore potrà aiutarci”.

Lascia un commento