F1 Tecnica Ala anteriore 2019 nei test di Budapest

Rowland e Latifi danno un’anticipazione della novità che verrà introdotta per favorire i sorpassi nella prossima stagione

Sono iniziati i test all’Hungaroring, appena due giorni dopo il GP di Ungheria. Gli occhi di tutti si sono focalizzati su Williams e Force India, entrambe protagoniste di una stagione non all’altezza delle aspettative.

I due team hanno portato un alettone anteriore sperimentale  2019 semplificato senza upper flap e piu’ larga guarda video.

Infatti verrà introdotta dalla prossima stagione una nuova specifica per cercare di favorire i sorpassi, le ali 2019 saranno piu’ larghe di 20 cm e piu’ ” profonde ” di 2,5.

Le due vetture hanno girato con molti sensori e a velocità costante sul rettilineo, per raccogliere quanti più dati possibile.

La FIA vuole ridurre le turbolenze che la vettura davanti causa a quella che segue, limitando l’aerodinamica sull’ala anteriore.

Ovviamente questo è solo il primo  studio in funzione 2019. Force India e Williams hanno costruito delle ali del tutto legali per l’eventuale utilizzo nella stagione 2019, mentre Red bull ha provato un ala 2018 modificata senza gli  “upper flap ” , comunque utile per raccogliere dati e studiare i cambiamenti del 2019 . Una scelta che a prima vista potrebbe sembrare quasi marginale, che invece stravolgerà le monoposto 2019, visto che l’ala anteriore è il primo elemento  in grado di deviare e indirizzare i flussi dell’aria e ottimizzare l’aerodinamica.  Vedremo se tale scelta rimescolerà’ le carte e renderà davvero semplici i sorpassi.

di Giovanni Messi
Disegni e integrazione Salvatore Asero

L'immagine può contenere: disegno

 

 

Lascia un commento