F1 I Shanghai, libere 1-2: Bottas davanti a Vettel e Verstappen, ancora problemi per Leclerc

Il finlandese piazza la Mercedes davanti a Ferrari e Red Bull. Quarto Hamilton mentre il monegasco rinuncia alla simulazione di gara

Inizia ufficialmente il week-end numero mille della storia della Formula 1. Sul tracciato di Shanghai sono andate in scena le prime due sessioni di prove libere del GP di Cina, terzo appuntamento stagionale. Il primo turno aveva visto primeggiare la Ferrari con Sebastian Vettel, seguito da Hamilton e Leclerc. La Mercedes è poi tornata davanti nelle seconde libere, con Valtteri Bottas che ha fatto segnare il miglior tempo in 1’33”330, calzando le gomme Soft. Vettel è comunque vicinissimo, dal momento che accusa un ritardo di appena 27 millesimi a parità di mescola. La rossa è apparsa la vettura più rapida nel primo e nel terzo settore, mentre soffre quello centrale più guidato. Terza posizione per una sorprendente Red Bull targata Honda con Max Verstappen, distante poco più di un paio di decimi dal battistrada. Quarto è Lewis Hamilton, ma i sette decimi accusati dal compagno di squadra indicano che nel suo giro veloce c’è stato qualche problema.

Molto bene Hulkenberg e Sainz, che hanno condotto Renault e Mclaren in quinta e sesta piazza e soprattutto davanti alla Ferrari di Charles Leclerc. Per il monegasco è stata una giornata da dimenticare, complice un problema non ancora specificato, che lo ha costretto a saltare la simulazione di gara. Ottavo tempo per Norris davanti a Ricciardo, mentre continua a soffrire Pierre Gasly che non è andato oltre il decimo posto. Alle sue spalle c’è Kimi Raikkonen, sulla prima delle due Alfa Romeo Racing. La gemella di Antonio Giovinazzi è solo diciottesima, dopo che il pilota pugliese ha dovuto saltare la prima sessione a causa di un problema di montaggio della power unit. Non benissimo le Toro Rosso-Honda, con Albon dodicesimo davanti a Kvyat. Seguono le Racing Point di Stroll e Perez, mentre la grande delusione di giornata sono state le due Haas. Kevin Magnussen è sedicesimo davanti a Romain Grosjean, protagonista anche di un cedimento sulla sua monoposto. L’ala anteriore del francese ha ceduto sul lato destro nel suo giro lanciato, costringendolo ad arrivare lungo al tornantino dopo il rettilineo che riporta verso la zona box. In chiusura le solite Williams, con Kubica finalmente davanti a Russell.

Andando ad analizzare i passi gara, si evince un sostanziale equilibrio tra Ferrari e Mercedes. Le frecce d’argento hanno mostrato una grande costanza e sono riuscite a provare tutti i tre tipi di mescola, mentre la rossa ha potuto contare soltanto su Sebastian Vettel visti i problemi di Charles Leclerc. Il tedesco ha coperto un lungo stint sulla Soft, per poi passare alle Hard nei minuti finali della sessione. I passaggi inanellati con questa mescola sono stati impressionanti, anche se le Mercedes non sono sembrate da meno con le mescole più morbide. Non male la Red Bull con Verstappen, anche se l’olandese ha lamentato qualche problema alla sua monoposto sul finale delle libere, un qualcosa che il team non ha ancora chiarito. Domani alle 5 del mattino ora italiana la terza sessione.