F1 I L’Australia avvia un’indagine contro il logo Mission Winnow

Sotto accusa la nuova sponsorizzazione della Ferrari che ricorda la Marlboro a parere delle autorità australiane

Poco meno di una settimana alla presentazione della nuova Ferrari. Venerdì 15 febbraio, Sebastian Vettel e Charles Leclerc toglieranno i veli alla monoposto 2019 che andrà all’attacco della dominatrice ibrida Mercedes. Sebbene la neonata vettura del Cavallino debba ancora essere svelata alla stampa, sono già in corso delle polemiche tra la casa di Maranello e l’Australia, che ospiterà la prima gara dell’anno il 17 marzo.

Il main sponsor della Ferrari sarà quest’anno Mission Winnow, brand della Philip Morris che è già comparso sulla livrea delle rosse sin dal Gran Premio del Giappone dell’anno passato senza mai creare problemi con i paesi ospitanti. Il quotidiano ”The Age” ha riportato che sarebbe partita una vera e propria indagine con le autorità australiane e sono arrivate anche le parole di John Cunningham, chirurgo ed attivista nella campagna contro il fumo: ”Questo sponsor non ha nulla a che fare con la Formula 1, penso che ciò sia chiaro”. Non si è fatta attendere la risposta della Philip Morris, che ha così risposto: ”La casa madre di Philip Morris Australia, Philip Morris Global e Scuderia Ferrari hanno un rapporto globale che va oltre i confini australiani”. Rispettiamo sempre le leggi relative alla nostra attività e questa campagna fa esattamente questo. Non pubblicizziamo alcun prodotto di marca specifica”.