F1: Gp Monaco 2018 : Red Bull “mette le ali” nelle prime libere del Principato

Nelle insolite libere disputate il giovedì, a mettere le ali è stata la Red Bull e in particolare Daniel Ricciardo, che con il tempo di 1.11.841 firma il nuovo giro record del Principato.

Alla vigilia si era detto come Red Bull potesse essere il terzo incomodo tra Ferrari e Mercedes, e i bibitari non smentiscono le attese in questo weekend monegasco. In entrambe le sessioni, i due alfieri della Red Bull hanno messo il luce le qualità della RB14, issandosi nella virtuale prima fila dello schieramento.

Una Red Bull in grande spolvero quella vista per le stradine del Principato, dove ha dominato la scena nella simulazione di qualifica di questo pomeriggio, rifilando al primo degli inseguitori più di mezzo secondo (Vettel, terzo si è fermato a 572 da Ricciardo).

Una RB14 che tra le curve strette di Monte Carlo si è ben adattata, confermando la bontà telaistica della monoposto. Si è ben comportata sia in simulazione di qualifica ma anche in quella del passo gara, dove però i tempi registrati dai due Red Bull si equivalgono a quelli registrati dalla Ferrari di Sebastian Vettel.

Daniel Ricciardo relaxes and is all smiles on Wednesday at the Monaco Grand Prix

Ricciardo:”Pole alla nostra portata”

Al termine delle “free practice” un sorridente (e quando mai?) Daniel Ricciardo ha commentato le sue libere odierne, sperando che lo stesso risultato ottenuto oggi possa essere lo stesso domani al termine delle qualifiche.

“Noi favoriti? Possiamo dire che ci siamo. Questo circuito è bellissimo, e quando si è veloci è ancora meglio. Con le Hypersoft è ancora più bello, perché si va ancora più veloci. Oggi siamo scesi a 1’11, ed è una bella sensazione“.

La pole position, a Montecarlo, è fondamentale più che in altre piste, vista la scarsa possibilità di compiere sorpassi in gara: Daniel ne è consapevole e pone l’attenzione anche sui rivali diretti, i quali possono ritornare a farsi sotto nella giornata di domani.

“Spero che potremo giocarci la pole, penso che abbiamo una buona opportunità. La Ferrari mi sembra molto veloce per il sabato. Non so valutare la Mercedes, non so se sia al livello nostro e della Ferrari. Penso che le prime tre squadre siano molto vicine, sarà una grande battaglia per la pole“.

Max Verstappen relaxes and is all smiles on Wednesday at the Monaco Grand Prix

Verstappen :”Andiamo decisamente meglio che un anno fa”

Con il tempo di 1.12.035, Max Verstappen ha siglato il secondo tempo di giornata, dietro al proprio compagno di team di soli 194 millesimi. Il pilota olandese è sembrato subito a suo agio con la RB14 sin dalla mattinata, dove è stato protagonista di un investigazione per guida poco sicura mentre rientrava in pista in retromarcia.

Questo fatto non ha scalfito la sicurezza dell’olandesino, che fino a metà sessione deteneva il giro record del Principato, fino a quando il suo campagno di box non gliel’ha soffiato.

Cosi il 20enne olandese ha commentato le proprie libere odierne.

“È andata bene sin dal principio. Non ho avuto grossi problemi e questo sicuramente aiuta in un circuito cittadino. Rispetto all’anno scorso la macchina ha fatto un passo avanti enorme dal punto di vista delle mie sensazioni personali“.

“Qui la più importante è sempre la simulazione di qualifica e sono molto contento di come è andata.Noi non abbiamo una mappatura speciale del motore, ma sicuramente possiamo progredire a livello di macchina, quindi vedremo“.

Di Giuly Bellani

Giuly Bellani

Sono una ragazza appassionata di F1 e Motorsport.

Lascia un commento