F1 | Dramma a Melbourne: è morto Charlie Whiting

Il mondiale 2019 viene anticipato da questa notizia che sconvolge il Circus

Un risveglio terribile per tutto il mondo della Formula 1. Nella mattinata di Melbourne ( notte fonda in Italia), un’embolia polmonare si è portata via lo storico direttore di gara Charlie Whiting. È stato ritrovato privo di vita nell’hotel dove soggiornava all’età di appena 66 anni, ma la notizia è arrivata come un fulmine a ciel sereno. Whiting era infatti regolarmente in Australia pronto per svolgere il suo lavoro, ma proprio pochissimi giorni prima che la sua mano attivasse i comandi per accendere i semafori rossi la sua vita si è fermata.

Inutile dire che tutto il paddock è sconvolto per l’accaduto. Charlie ha fatto la storia della F1 nel bene e nel male, con decisioni spesso discutibili ma che era direttore di gara dal lontanissimo 1997. La sua carriera è nata nei tempi in cui faceva da assistente al fratello Nick, per poi scendere in pista in Formula 5000 nel 1976. Dal 1988 era in forze alla FIA, diventando delegato tecnico e, successivamente, direttore di gara. Ecco il cordoglio del presidente della Federazione Internazionale, Jean Todt: “È con immensa tristezza che ho appreso la notizia della scomparsa di Charlie. Whiting è stato un grande direttore di gara, una figura centrale ed inimitabile per la Formula 1, che ha incarnato l’etica e lo spirito di questo fantastico sport. La Formula 1 ha perso un amico fedele ed un ambasciatore carismatico. Tutti i miei pensieri, quelli della FIA e dell’intera comunità degli sport motoristici vanno ai suoi familiari”.