Ecco cosa vuole Wolff da Bottas per confermarlo in Mercedes

Al finlandese serve tornare alla vittoria per riscattare una stagione da incubo

Il 2018 è stata probabilmente la peggior stagione della carriera di Valtteri Bottas. Il finlandese è arrivato in Mercedes l’anno prima ottenendo le prime tre vittorie della carriera accompagnate da u poker di pole position. Tutto ciò poteva far pensare ad un anno in grande spolvero ma niente di questo si è verificato. Bottas ha chiuso il mondiale al quinto posto, dietro a Verstappen, alle Ferrari ed al campione del mondo Lewis Hamilton che guidava a sua volta una Mercedes. Il bilancio è stato imbarazzante: undici successi per l’inglese mentre Bottas è rimasto a secco, con sole due pole contro le undici di Hamilton. Dire che è stata una Caporetto è poco, ma spesso e volentieri il lavoro di Valtteri è stato perfetto per la squadra, come nel caso del rallentamento a Raikkonen a Monza o in Russia quando ha ceduto la vittoria al compagno di squadra.

Toto Wolf Team Manager AMG f1 Mercedes

Il buon lavoro per il team ha portato Toto Wolff ha riconfermarlo per il 2019, ma in questa stagione gli servirà ben altro per non essere rimpiazzato da Esteban Ocon nella prossima stagione. Il team principal della Mercedes ha parlato ad Autosport della situazione del finlandese, spiegando quali sono gli obiettivi che deve raggiungere per agguantare la riconferma: “Nel 2018 Bottas è stato molto sfortunato. A Baku stava vincendo quando gli è esplosa la gomma, ma deve comunque esprimersi a livelli più alti in futuro e lo può fare benissimo. Sa perfettamente cosa ci aspettiamo da lui nel 2019 e deve esprimersi ai livelli di Lewis. Abbiamo bisogno di questo per riconfermarlo l’anno prossimo e lui si sta già concentrando per ottenere i risultati che ci aspettiamo”.

Toto Wolff ha aggiunto che la sfida sarà ancor più dura per Bottas, dal momento che Hamilton è ogni anno più forte e continua ad alzare l’asticella: “Se Lewis migliora significa che anche Valtteri deve farlo. Da quando è arrivato ci sono stati passi avanti ma contro un cinque volte campione del mondo non è facile. Ha bisogno di un buon inizio di stagione in cui riesca a lottare subito con gli altri, lasciandosi alle spalle la sfortuna del passato”

Il manager austriaco si dimostra ancora molto fiducioso nelle capacità di Bottas, tanto da vederlo come un vero e proprio candidato al titolo: “Sto vedendo il miglior Lewis di sempre e non si vincono così tanti titoli per caso. Significa essere all’apice delle proprie qualità ma credo che anche Bottas possa essere lì con lui. Ha dimostrato in alcune occasioni che può vincere e se trasforma la sfortuna in energia positiva penso possa giocarsi il campionato”.